Passa ai contenuti principali

Ophiura: tra classic metal e tribalità


Tecnici, puliti ed innovativi. Ecco tre aggettivi per descrivere quelli che sono gli Ophiura, gruppo metal del panorama ferrarese, con all'attivo 2 album, Ancestral Whispers e BeMind.

Ancestral Whispers, primo disco della band, propone un metal classico e pulito con una strumentale lineare ed una voce potente e graffiante che ricorda a volte Timo Kotipelto degli Stratovarious. Il punto a sfavore di quest'album è che non propone nulla di nuovo rispetto a quello che può offrirti un gruppo metal qualunque,in ogni caso però è da premiare la cura dei dettagli e la raffinatezza delle incisioni. BeMind, il loro secondo disco, è un concept che riesce, raccontando una storia, a immergere appieno l'ascoltatore in un viaggio musicale di un'ora, nel quale si possono percepire emozioni diverse e contrastanti. Questo secondo lavoro in studio è l'esempio che l'esperienza fa la sua parte in quella che è la formazione musicale poiché qui abbiamo un gruppo maturo che ha voglia di dire qualcosa.


Si compone di 14 tracce nelle quali si possono riscontrare le varie influenze del gruppo, arrivando anche a raggiungere componenti epic metal. Tastiere altisonanti, basso presente in linee molto suggestive e una chitarra con ritmi incalzanti e riff chiari e puliti riescono a dare a quest'opera una sua originalita in quello che è il panorama underground attuale. Come consigli per l'ascolto degli Ophiura mi sento di proporre due brani che riusciranno a modo loro a far capire di che pasta sono fatti questi ragazzi: Figures Pt.1 ME, song molto melodica e potente; Crossroads, altrettanto vigorosa con un sound molto tribale, nella quale figura la collaborazione con lo storico cantante rock/metal Michele Luppi.

In conclusione possiamo dire che questa band con le sue potenzialità riuscira a far parlare di sè, in un periodo nel quale il metal sta riprendendo piede, riuscendo ad arrivare a una fascia di publico molto piu ampia.

A cura di Firefly




https://www.facebook.com/ophiura?fref=photo

http://www.ophiuramusic.com/




  



Commenti

Post popolari in questo blog

"Rebis", il viaggio dei Bridgend tra passione e conoscenza.

Post rock con influenze progressive e psychedelic per un concept album diviso in tre atti che racconta, attraverso musica e dialoghi, il viaggio di un uomo in bilico tra passione e conoscenza verso l'isola di Rebis.
Genere: post rock/progressive/psychedelic Label: Orange Park Records Distribuzione digitale: Believe
Streaming https://open.spotify.com/artist/2bA5BtM2EiK7JqbRjsWNaW
https://soundcloud.com/bridgendproject/sets/rebis/s-hPXkC
Bridgend è un gruppo post rock con influenze progressive e psychedelic. Il progetto prende il nome dall'omonima cittadina gallese dove il chitarrista e fondatore della band, Andrea Zacchia, era impegnato a comporre e incidere le prime preproduzioni di quello che sarebbe in seguito diventato il concept album Rebis.
Proveniente dalla scena rock underground di Roma, Andrea è stato fortemente ispirato nella composizione e nella scrittura da band rock progressive degli anni '70/'80, Marillion, Pink Floyd solo per citarne alcune. Con queste premesse…

Gli America protagonisti dal vivo in Italia ad Agosto!

Blob Agency & Slang Music
presentano

Gli America in concerto in Italia!

In occasione del 40° anniversario, tornano nel nostro paese per un'unica data gli America, la mitica band anglo-statunitense di"A Horse With No Name", "Sister Golden Hair", "Survival" e "You Can Do Magic". Il gruppo, reduce dall'ultima tourneé americana, è impegnato in una lunga serie di date negli States; dopo tre concerti in Francia e all'indomani della data in Israele, sarà la volta dell'Italia. L'inizio del concerto degli America è previsto per le ore 21 e 30 , con possibilità di posti a sedere sin dalle ore 19,00. Gli attuali membri originari degli America sono Gerry Beckley e Dewey Bunnell, dopo la scomparsa, nel 2011, di Dan Peek.
5 agosto 2014 Ore 21.30 Porto Turistico di Boretto, Lido Po (RE) Prezzo biglietto : €uro 25,00 + diritti prevendita


Figli di padri americani e madri britanniche, i tre futuri "America",Gerry Beckley, Dewey Bunnell…

Metamorfosi - La luce del cambiamento: esce il nuovo singolo "Light"

Terzo estratto dall'album Chrysalis della band laziale, un piccolo elogio indie pop a tutte quelle cose in grado di portarci oltre la superficie.
Genere: indie/rock Etichetta: Mauna Loa Distribuzione digitale: Believe
Immagina di trovarti in una caverna buia dove il tuo unico punto di riferimento è un piccolo spiraglio di luce, ecco quella è Light.
Light è un piccolo elogio a tutte quelle cose in grado di portarci oltre la superficie. Il mondo corre e si rincorre senza una meta precisa e invece abbiamo bisogno di fermarci a cogliere le sfumature, ascoltare la nostra anima, cercare la nostra meta, la nostra "Light".
La melodia di questo brano, come racconta la band, è nata tempo fa giocando attorno al tema di Blue In Green di Miles Davis e Bill Evans. In fase di arrangiamento poi v'era il desiderio di trovare qualcosa che spezzasse il mood del resto del disco in registrazione.
Volevamo un groove sostenuto e un riff sbilenco, un qualcosa di più cattivo che ci ricordasse i …