Passa ai contenuti principali

Acid Muffin - "Nameless"

La copertina dell'ep d'esordio degli Acid Muffin

Semplici e irruenti, gli Acid Muffin reincarnano la perfetta classicità rock degli anni 90, puro grunge, caldo ed epico come la prima metà del decennio in questione. Nati nel 2010 dalla mente di Marco Pasqualucci, (chitarra e voce), e Andrea Latini (batteria), la band raccoglie da subito i primi entusiasmi, e da duo si trasforma in trio con Matteo Bassi (basso). Cinque brani di notevole impatto, costruiti su strutture rock dense e melodie ariose, nel rappresentare una generazione ferita e disillusa, racchiusi in Nameless, che già dal titolo vuol sottrarsi ad ogni etichettatura, dal momento che, nonostante vengano classificati come artisti grunge, hanno da tempo imboccato una loro direzione. “Around the Hole”, dalle atmosfere che ricordano quelle di Seattle, è veloce, aggredisce i muri sonori da più lati, grazie a quella chitarra che non stucca mai, e quella voce che rende interessante ogni passaggio. Chitarra che diventa più docile in “Nothing Inside”, orecchiabile e caratterizzata da fraseggi all’occorrenza energici e misurabili, dall’intro ritmata e calibrata, sound robusto e corposo in grado di catturare già dopo i primi secondi.


Sebbene le chitarre pesanti imitino la luna storta del rock anni 90, l’album continua a suonare molto originale: basta ascoltare “Frozen Shiver”, dagli arrangiamenti niente male, giusto compromesso tra facili melodie e musica ad alto voltaggio, che raccoglie i punti di forza del disco. L’ep non è scevro dalle evidenti contaminazioni di altre band, ma efficaci variazioni nell’uso della chitarra e del basso colmano di effettistica tutte le tracce. Ed è doveroso menzionare come l’album, più che un progetto improvvisato, si presenti soprattutto come un lavoro di qualità. Il loro centrifugare il rock che abbiamo tanto amato con molto di personale, ha fatto sì che il trio romano sfornasse un ep contenente brani dal comparto strumentale rifinito e godibile. Sta di fatto che i nostri ragazzi diventeranno una pietra di paragone decisamente importante nel panorama italiano.
Marianna Alvarenz




https://www.facebook.com/acidmuffinband

https://soundcloud.com/acidmuffinband

https://twitter.com/acidmuffinband

http://www.youtube.com/acidmuffinband

Commenti

Post popolari in questo blog

Gli America protagonisti dal vivo in Italia ad Agosto!

Blob Agency & Slang Music
presentano

Gli America in concerto in Italia!

In occasione del 40° anniversario, tornano nel nostro paese per un'unica data gli America, la mitica band anglo-statunitense di"A Horse With No Name", "Sister Golden Hair", "Survival" e "You Can Do Magic". Il gruppo, reduce dall'ultima tourneé americana, è impegnato in una lunga serie di date negli States; dopo tre concerti in Francia e all'indomani della data in Israele, sarà la volta dell'Italia. L'inizio del concerto degli America è previsto per le ore 21 e 30 , con possibilità di posti a sedere sin dalle ore 19,00. Gli attuali membri originari degli America sono Gerry Beckley e Dewey Bunnell, dopo la scomparsa, nel 2011, di Dan Peek.
5 agosto 2014 Ore 21.30 Porto Turistico di Boretto, Lido Po (RE) Prezzo biglietto : €uro 25,00 + diritti prevendita


Figli di padri americani e madri britanniche, i tre futuri "America",Gerry Beckley, Dewey Bunnell…

Metamorfosi - La luce del cambiamento: esce il nuovo singolo "Light"

Terzo estratto dall'album Chrysalis della band laziale, un piccolo elogio indie pop a tutte quelle cose in grado di portarci oltre la superficie.
Genere: indie/rock Etichetta: Mauna Loa Distribuzione digitale: Believe
Immagina di trovarti in una caverna buia dove il tuo unico punto di riferimento è un piccolo spiraglio di luce, ecco quella è Light.
Light è un piccolo elogio a tutte quelle cose in grado di portarci oltre la superficie. Il mondo corre e si rincorre senza una meta precisa e invece abbiamo bisogno di fermarci a cogliere le sfumature, ascoltare la nostra anima, cercare la nostra meta, la nostra "Light".
La melodia di questo brano, come racconta la band, è nata tempo fa giocando attorno al tema di Blue In Green di Miles Davis e Bill Evans. In fase di arrangiamento poi v'era il desiderio di trovare qualcosa che spezzasse il mood del resto del disco in registrazione.
Volevamo un groove sostenuto e un riff sbilenco, un qualcosa di più cattivo che ci ricordasse i …

La vita, il futuro e l'amore secondo LorisDalì: esce Gekrisi, secondo disco del folksinger torinese

Secondo disco per il cantautore piemontese che con il suo folk variopinto e tagliente racconta le tante facce della nostra vita e le diverse storie del quotidiano filtrate dalla consueta dose di ironia e cinismo.
Genere: cantautorato, folk pop Label: Autoproduzione Release Date: 21.11.16
Streaminghttps://soundcloud.com/i-dal/sets/gekrisi/


Esce Gekrisi, il nuovo disco del cantautore LorisDalì.
Disponibile, tramite Zimbalam, su iTunes e su tutti gli store digitali, il lavoro segue Scimpanzé, uscito a gennaio 2015, e rimane sulla falsariga del cantautorato folk, abbandonando definitivamente ogni derivazione rock che in qualche modo era presente nel suo predecessore. Ma di solo cantautorato folk non si tratta, LorisDalì cerca infatti di rendere il disco sfaccettato, sia per i generi che per le trovate musicali, cantate e recitate.
Ecco quindi Altri tempi, interpretata dal padre del cantante, oppure la terrificante presa in giro di Tension, Un tango qualunque, il mezzo blues di Jack Risi, la canz…