Passa ai contenuti principali

Laika Vendetta - Laika, Silvia, Jeanne E..Le Altre


A cura di Bambi

Quanto ha fatto bene a questi cinque ragazzi di Alba Adriatica passare da piccoli tanto e tanto tempo in cameretta ad ascoltare il meglio della musica indipendente italiana?! Tanto, sicuramente tanto e si sente. Per esser nata nel Luglio 2011 questa giovane proposta del rock alternativo italiano vanta un curriculum incredibile: passaggi su importanti radio nazionali, collaborazioni e date con artisti di massimo rispetto quali Paolo Benvegnù, Giorgio Canali, Aucan, e per di più vincono importanti festival quali l’MW 2011e nel 2012 il premio della giuria al Sotterranea. Tutte esperienze che regalano meritata visibilità nazionale a questa band. È impossibile non restare coinvolti e piacevolmente sconvolti dalla carica di “Laika, Silvia, Jeanne e...le altre", che per essere un disco autoprodotto presenta una solidità di suono incredibile. Personalmente trovo riduttivo il termine “indie” per descrivere il genere dei Laika; credo che questi ragazzi, a differenza di tanti gruppi emergenti che sempre più spesso si omologano ad un determinato genere per superare una mancanza di identità musicale, siano riusciti a creare un proprio sound, ed è una cosa di cui andarne fieri.
I potenti riff di chitarra di Marvin Angeloni e Marcos Cortelazzo entrano sottopelle, sorretti alla grande da una sezione ritmica di massimo rispetto formata da Alessandro Di Salvatore alla batteria e da Luca Di Filippo al basso, veri pilastri di questo gruppo. Bastano pochi ascolti per capire a cosa mi sto riferendo: ascoltate ad esempio “Laika v.”, “Misty Destroy” e “Silvia, Jeanne e le altre” e vi sarà subito chiara la capacità dei quattro musicisti: basso e batteria che rompono gli schemi e si sposano alla perfezione con le due chitarre cosicchè la struttura dei brani non sia mai monotona: si passa da larghi respiri musicali che creano un limbo disorientate di illusoria tranquillità, a sonorità violente, forti e che non lasciano scampo all’immaginazione, sicuramente un sound che sa di “Vendetta”. Poetico e azzeccato il cantato di Emidio De Berardinis che racconta la realtà odierna, tra speranze, illusioni e realtà giovanile in una linea melodica a tratti rabbiosa e a tratti pacata, con un parlato/cantato che regala una marcia in più alla musica. Un gruppo da tenere sotto stretta osservazione i Laika Vendetta. Sicuramente un gruppo da live, coinvolgente per il pubblico sottopalco e interessante per quelli che preferiscono ascoltarselo a distanza con una birra in mano. Bravi e buona fortuna ragazzi.


Tutte le bands interessate a promozione e pubblicità sul nostro music blog possono scriverci ed inviare il materiale necessario (audio,video,foto,bio,press kit,links utili) all'indirizzo antipop.project@gmail.com ed essere così inserite su Bandbook!!!




Commenti

Post popolari in questo blog

"Rebis", il viaggio dei Bridgend tra passione e conoscenza.

Post rock con influenze progressive e psychedelic per un concept album diviso in tre atti che racconta, attraverso musica e dialoghi, il viaggio di un uomo in bilico tra passione e conoscenza verso l'isola di Rebis.
Genere: post rock/progressive/psychedelic Label: Orange Park Records Distribuzione digitale: Believe
Streaming https://open.spotify.com/artist/2bA5BtM2EiK7JqbRjsWNaW
https://soundcloud.com/bridgendproject/sets/rebis/s-hPXkC
Bridgend è un gruppo post rock con influenze progressive e psychedelic. Il progetto prende il nome dall'omonima cittadina gallese dove il chitarrista e fondatore della band, Andrea Zacchia, era impegnato a comporre e incidere le prime preproduzioni di quello che sarebbe in seguito diventato il concept album Rebis.
Proveniente dalla scena rock underground di Roma, Andrea è stato fortemente ispirato nella composizione e nella scrittura da band rock progressive degli anni '70/'80, Marillion, Pink Floyd solo per citarne alcune. Con queste premesse…

Endless Mirage, il ritorno dei rockers romani NoiseBusters

Dopo l’esordio con “Carry Me Home” e quasi tre anni di concerti a Roma e nel Centro Italia, i NoiseBusters tornano con il secondo lavoro. Un Ep, un Concept. Forte, più rock. “Endless Mirage” inizia e finisce nel giro di “un singolo sogno”. Un miraggio.
Genere: rock/pop rock/hard rock Label: iM Classic (EU) Distribuzione: iM Classic (EU)
Streaming https://soundcloud.com/user-226312848/sets/endless-mirage https://open.spotify.com/album/4xS10nhXrMPCo2oeiI31et

Dopo l’esordio Carry Me Home uscito nel 2014, è finalmente disponibile Endless Mirage, secondo lavoro in studio dei romani NoiseBusters.
Presentato lo scorso 3 marzo @ Felt Club di Roma, Endless Mirage è la coerente evoluzione del debutto. Se il filo conduttore di quest'ultimo era infatti “la realtà della band”, con arrangiamenti minimalisti e suoni “acustici”, i NoiseBusters provano adesso a renderli più massicci, con cori e utilizzo di sintetizzatori, tastiere e parti melodiche rockeggianti.
Il disco si apre con Endless e continua s…

La vita, il futuro e l'amore secondo LorisDalì: esce Gekrisi, secondo disco del folksinger torinese

Secondo disco per il cantautore piemontese che con il suo folk variopinto e tagliente racconta le tante facce della nostra vita e le diverse storie del quotidiano filtrate dalla consueta dose di ironia e cinismo.
Genere: cantautorato, folk pop Label: Autoproduzione Release Date: 21.11.16
Streaminghttps://soundcloud.com/i-dal/sets/gekrisi/


Esce Gekrisi, il nuovo disco del cantautore LorisDalì.
Disponibile, tramite Zimbalam, su iTunes e su tutti gli store digitali, il lavoro segue Scimpanzé, uscito a gennaio 2015, e rimane sulla falsariga del cantautorato folk, abbandonando definitivamente ogni derivazione rock che in qualche modo era presente nel suo predecessore. Ma di solo cantautorato folk non si tratta, LorisDalì cerca infatti di rendere il disco sfaccettato, sia per i generi che per le trovate musicali, cantate e recitate.
Ecco quindi Altri tempi, interpretata dal padre del cantante, oppure la terrificante presa in giro di Tension, Un tango qualunque, il mezzo blues di Jack Risi, la canz…