Passa ai contenuti principali

Laika Vendetta - Laika, Silvia, Jeanne E..Le Altre


A cura di Bambi

Quanto ha fatto bene a questi cinque ragazzi di Alba Adriatica passare da piccoli tanto e tanto tempo in cameretta ad ascoltare il meglio della musica indipendente italiana?! Tanto, sicuramente tanto e si sente. Per esser nata nel Luglio 2011 questa giovane proposta del rock alternativo italiano vanta un curriculum incredibile: passaggi su importanti radio nazionali, collaborazioni e date con artisti di massimo rispetto quali Paolo Benvegnù, Giorgio Canali, Aucan, e per di più vincono importanti festival quali l’MW 2011e nel 2012 il premio della giuria al Sotterranea. Tutte esperienze che regalano meritata visibilità nazionale a questa band. È impossibile non restare coinvolti e piacevolmente sconvolti dalla carica di “Laika, Silvia, Jeanne e...le altre", che per essere un disco autoprodotto presenta una solidità di suono incredibile. Personalmente trovo riduttivo il termine “indie” per descrivere il genere dei Laika; credo che questi ragazzi, a differenza di tanti gruppi emergenti che sempre più spesso si omologano ad un determinato genere per superare una mancanza di identità musicale, siano riusciti a creare un proprio sound, ed è una cosa di cui andarne fieri.
I potenti riff di chitarra di Marvin Angeloni e Marcos Cortelazzo entrano sottopelle, sorretti alla grande da una sezione ritmica di massimo rispetto formata da Alessandro Di Salvatore alla batteria e da Luca Di Filippo al basso, veri pilastri di questo gruppo. Bastano pochi ascolti per capire a cosa mi sto riferendo: ascoltate ad esempio “Laika v.”, “Misty Destroy” e “Silvia, Jeanne e le altre” e vi sarà subito chiara la capacità dei quattro musicisti: basso e batteria che rompono gli schemi e si sposano alla perfezione con le due chitarre cosicchè la struttura dei brani non sia mai monotona: si passa da larghi respiri musicali che creano un limbo disorientate di illusoria tranquillità, a sonorità violente, forti e che non lasciano scampo all’immaginazione, sicuramente un sound che sa di “Vendetta”. Poetico e azzeccato il cantato di Emidio De Berardinis che racconta la realtà odierna, tra speranze, illusioni e realtà giovanile in una linea melodica a tratti rabbiosa e a tratti pacata, con un parlato/cantato che regala una marcia in più alla musica. Un gruppo da tenere sotto stretta osservazione i Laika Vendetta. Sicuramente un gruppo da live, coinvolgente per il pubblico sottopalco e interessante per quelli che preferiscono ascoltarselo a distanza con una birra in mano. Bravi e buona fortuna ragazzi.


Tutte le bands interessate a promozione e pubblicità sul nostro music blog possono scriverci ed inviare il materiale necessario (audio,video,foto,bio,press kit,links utili) all'indirizzo antipop.project@gmail.com ed essere così inserite su Bandbook!!!




Commenti

Post popolari in questo blog

Gli America protagonisti dal vivo in Italia ad Agosto!

Blob Agency & Slang Music
presentano

Gli America in concerto in Italia!

In occasione del 40° anniversario, tornano nel nostro paese per un'unica data gli America, la mitica band anglo-statunitense di"A Horse With No Name", "Sister Golden Hair", "Survival" e "You Can Do Magic". Il gruppo, reduce dall'ultima tourneé americana, è impegnato in una lunga serie di date negli States; dopo tre concerti in Francia e all'indomani della data in Israele, sarà la volta dell'Italia. L'inizio del concerto degli America è previsto per le ore 21 e 30 , con possibilità di posti a sedere sin dalle ore 19,00. Gli attuali membri originari degli America sono Gerry Beckley e Dewey Bunnell, dopo la scomparsa, nel 2011, di Dan Peek.
5 agosto 2014 Ore 21.30 Porto Turistico di Boretto, Lido Po (RE) Prezzo biglietto : €uro 25,00 + diritti prevendita


Figli di padri americani e madri britanniche, i tre futuri "America",Gerry Beckley, Dewey Bunnell…

Sharazad: "Saz" è il nuovo EP tra pop psichedelico, post rock, kraut e avant-garde.

Secondo lavoro in studio per la band pavese che al pop psichedelico in chiave Sixties degli esordi mescola adesso l'oscurità orchestrale del post rock e un approccio melodico più libero dalla forma canzone. Un sound evocativo, denso e poderoso in cui fanno la comparsa echi tenebrosi dei primi anni 80 e una sorta di verve kraut e avant-garde.
Genere: rock/alt-rock/experimental Etichetta/Distribuzione: Lady Blue Records Release Date: 18/07/2016
Spotifyhttps://play.spotify.com/album/0pMQUtvAJGc3ZTdLXPQUOE
iTuneshttps://itunes.apple.com/it/album/saz-ep/id1132004653?l=en

Esce il 18 luglio per Lady Blue Records il nuovo, atteso lavoro degli Sharazad, secondo EP di quattro tracce dal titolo Saz.
Il gruppo pavese ci propone la sua evocativa miscela di alternative rock, psichedelìa e post rock. Il singolo scelto per presentare il nuovo EP è You Will Never Know, brano disco-stoner in chiave surf, accompagnato da un originale videoclip completamente autoprodotto, ideato e girato da Alessandro Mo…

Dalla Grecia con amore: esce Mare, il nuovo video di Davide Pagnini

Nuovo videoclip dall’album “Maschere” del cantautore pesarese. Un brano dalle atmosfere pop folk che miscela ritmiche incalzanti e ballabili con suoni più melodici di chitarra acustica e fisarmonica.
https://youtu.be/wixtKcLc91I

Mareè il nuovo singolo/videoclip di Davide Pagnini, estratto dall'album d'esordio Maschere(PMS Studio). Un brano dalle sonorità pop folk che miscela ritmiche incalzanti e ballabili con suoni più melodici di chitarra acustica e fisarmonica. La metrica del testo è fitta e le parole scorrono rapide su una melodia orecchiabile che passa da atmosfere più introspettive ad aperture orecchiabili ed estive. Alcune sfumature di Marerichiamano cantautori come Gazzè, Jovanottie Mannarino.
“C’è una parte di noi che si sente osservata, giudicata, criticata e spesso accusata dagli altri. E’ quella parte che ci fa essere guardinghi e chiusi in noi stessi. L’altra parte, però, è felice e spensierata e se ne frega di tutto, vivendo la libertà e lasciandosi cullare da ciò …